HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Vecchi appuntamenti e notizie

Trieste Next: "BIG TARTINI BAND" IN CONCERTO

Klaus Gesing dirige la Big Band del Conservatorio Tartini di Trieste
nell'ambito di Trieste Next 2012, Salone Europeo dell'innovazione e della ricerca scientifica
domenica 30 settembre 2012 - ore 17.30
Teatro Miela - piazza Luigi Amedeo Duca degli Abruzzi, 3
ingresso libero

30/09/2012

Per partecipare all'evento è consigliabile iscriversi

Verranno eseguiti i seguenti brani:

1. Cute (Neil Hefti)

2. 'S wonderful (George&Ira Gershwin/Arr. Dave Wolpe)

3. But not for me (George&Ira Gershwin/Arr. Dave Wolpe)

4. Rootin' 2012 (Klaus Gesing/Arr. Klaus Gesing)

5. All of me (Seymour Simons&Gerald Marks/Arr. Lennie Niehaus)

6. Fly me to the Moon (Bart Howard/Arr. Sammy Nestico)

7. My Lament (Maria Schneider)

8. The Lady is a Tramp (Richard Rogers&Lorenz Hart/Arr. Dave Wolpe)

9. Spain (Chick Corea & Joaquin Rodrigo/Arr. Victor Lopez)

 

Big Band

Sax:

Luka Carli, Giovanna Mastella, Giorgio Giacobbi, Gabriele Pribetti, Leonardo Ottaviani

Trombe:

Daniele Raimondi, Robert Mikuljan, Gabriele Boscarato, Corrado Pizzignac

Tromboni:

Gianluca Antonini, Alice Gaspardi, Igor Ciuffarin, Giulio Balbi

Voci:

Kristina Frandolic, Elisa Rosignoli

Piano:

Giulio Scaramella, Francesco de Luisa

Chitarra:

Zoran Majstorovic, Piero Iuretig

Basso:

Sebastian Piovesan, Pietro Spanghero

Batteria:

Igor Checchini

 

Direttore:

Klaus Gesing

 

Klaus Gesing è multi-strumentista, compositore, direttore e insegnante all’avanguardia in campo jazzistico. E’ stato premiato come miglior solista al Jugend Jazz Competition in Germany/NRW (1988), al Middelzee Jazz Festival (1994), Van Merlen Jazz Prize (1995) e al Vienne International Jazz Competition (1996).

L'album di debutto "First Booke of Songes" è stato seguito nel 2006 da "Heartluggage", registrato ed eseguito con Gwilym Simcock al pianoforte, Yuri Goloubev al contrabbasso e Asaf Sirkis alle percussioni.

La collaborazione di lunga data con il pianista Glauco Venier ha portato alla formazione di un trio con Norma Winstone e alla pubblicazione di tre album acclamati dalla critica su Universal e ECM. Il secondo album, “Distances”, si è guadagnato una nomination ai Grammy e un prestigioso Premio all’Académie du Jazz. Anche l’ultima versione del trio per ECM "Stories Yet to Tell" ha ricevuto ottime recensioni.

Nel 2009 appare, sempre per la ECM Label, nella pubblicazione di Anouar Brahem "The Astounding Eyes of Rita", un CD dedicato alla memoria del defunto poeta palestinese Mahmoud Darwish.

Come compositore, oltre ai lavori per i suoi progetti, ha composto anche una colonna sonora per il Stadtmuseum Gmunden, in Austria e una colonna sonora per il film muto del 1928, "Giovanna d'Arco" del regista danese Carl Theodor Dreyer, in collaborazione con l'organista e regista italiano Paolo Paroni.

Due delle sue composizioni più note appaiono nel disco "A Life Affair" della 'Jazz Big Band Graz', che lo vede anche come membro, pubblicato dalla Universal Music (2004).

Ha avuto numerosissime collaborazioni nel mondo del Jazz, tra le quali ricordiamo quelle con Kenny Wheeler, Norma Winstone, Chris Lawrence, John Taylor, Enrico Rava, Dave Liebman, Take 6, New York Voices, Glauco Venier, Gabriele Mirabassi, Alfred Kramer, Adelhard Roidinger, Christian Muthspiel, Peter O´Mara, Uli Rennert, Paolino dalla Porta, Francesco Sogiu, Wolfgang Puschnig, Bebo Ferra, Peter Herbert, Jamey Haddad, Uli Scherer, Dieter Ilg, Thomas Alkier, Wayne Darling, Fritz Pauer, John Hollenbeck, Riccardo Zegna, Henning Siewerts, Jarrod Cagwin.

Insegna saxofono jazz al Conservatorio G.Tartini di Trieste.