HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Vecchi appuntamenti e notizie

i Mercoledì del Conservatorio

Suona Francese: “Trois des Six ”
Evaristo Casonato oboe, Sergio Lazzeri fagotto
Lino Urdan clarinetto e Rossella Fracaros pianoforte
Mercoledì 28 maggio 2014, ore 20.30
Aula Magna del Conservatorio
Ingresso libero su prenotazione tel. 040 6724911

28/05/2014

Il programma della serata mette a fuoco la personalità artistica di tre dei sei compositori appartenenti al celebre “Gruppo dei Sei” o “Les Six” come in Francia intorno agli anni ’20 si definiva questo sodalizio, sorta di manifesto artistico, nato spontaneamente dalla reazione in campo musicale alle tendenze dominanti dell’impressionismo di Debussy e del wagnerismo.
Pur provenienti dai più disparati contesti musicali, questi sei autori francesi condividevano uno stile, una concezione dell’arte che si ispirava alle figure di Eric Satie e di Jean Cocteau. Francis Poulenc, Darius Milhaud e Arthur Honegger furono dei sei i più esposti all’attenzione del mondo musicale dell’epoca, anche per l’originalità e la prolificità della loro produzione compositiva. Louis Durey, Georges Auric e Germaine Tailleferre ebbero una parabola artistica meno appariscente e, a torto, meno frequentata dagli interpreti e dagli enti concertistici.
Pur nella diversità delle loro personalità e delle loro inclinazioni artistiche, dimostrano una profonda conoscenza del mestiere compositivo e una sensibilità spiccata nel plasmare i colori e gli impasti timbrici all’interno di un linguaggio ricco di spirito e sempre fedele alla grande tradizione.
Quale occasione migliore conoscere i loro tratti artistici attraverso alcuni lavori cameristici con protagonisti tre degli strumenti a fiato più amati dai francesi, in questo caso anche affiancati dal pianoforte? Tre interpreti di qualificata esperienza docenti al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste, assieme ad una giovane e valente pianista formatasi all’interno dell’istituzione triestina, sono i protagonisti di questo progetto che vuol essere un contributo alla conoscenza di un repertorio raramente eseguito e decisamente affascinante.
 

Documenti

Programma 20.5 kB