HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Vecchi appuntamenti e notizie

i Mercoledì del Conservatorio

Furiant Quartet:
Stefano Mesaglio, Vlad Popescu, violini
Gregor Hrabar, viola, Nika Svarc, violoncello
musiche di Beethoven, Kurtág, Debussy
in collaborazione con Landeskonservatorium di Klagenfurt
mercoledì 5 giugno, Aula Magna del Conservatorio, ore 20.30
Ingresso libero su prenotazione tel. 040 6724911

05/06/2013

E’ organizzato in collaborazione con il Landeskonservatorium di Klagenfurt il concerto in programma mercoledì 5 giugno, alle 20.30 nell’Aula Magna del Conservatorio Tartini di Trieste, nell’ambito dei “Mercoledì del Conservatorio”. Protagonista sarà il Furiant Quartet: Stefano Mesaglio, I violino, Vlad Popescu, II violin, Gregor Hrabar, viola e Nika Svarc, violoncello. In programma musiche di Ludwig van Beethoven (Quartetto in Do min, Op. 18 N. 4) e di C. Debussy (Quartetto in Sol min, Op. 10). Come sempre, l’ingresso è libero previa prenotazione, info tel. 040.6724911

 

Il Quartetto Furiant si è formato nel novembre 2011. I suoi componenti sono allievi di Elisabeth Fister presso il Conservatorio di Klagenfurt. Si è esibito in Austria, Italia, Slovenia Germania e Olanda; ha partecipato ad incisioni a Klagenfurt durante i Matinée, a St. Paul nella Kultursommer, nello Stift Festival (Olanda), a Cividale nel Festival Musicale e in occasione della International Summer Academy per musica da camera in Bassa Sassonia. Hanno seguito corsi di alcuni tra i più prestigiosi insegnanti di musica da camera quali Daniel Rowland, Ian Belton, Jürgen Kussmaul, Richard Ireland, Robin Ireland, Eberhard Feltz, Stephan Goerner, Simon Rowland-Jones, David Waterman. Nel maggio 2012 ha ricevuto il II Premio al Concorso di musica da camera di Majano (Italia). In gennaio 2013 il Quartetto è stato ammesso al Chamber Studio at King's Place di Londra e in febbraio è stato invitato al XXII Internationaler Kammermusikkurs (Prof. Eberhard Felz, Gerhard Schulz and Michael Vogler) dell’Accademia Hanns Eisler di Berlino.